PROMO START: sconto del 30% con il codice START30

logo-alteredu-sito
cyber risk manager

Cosa trovi in questo articolo

Chi è il Cyber Risk Manager e quali sono le sue competenze e il suo stipendio? Si sente parlare sempre più spesso di questa nuova figura professionale, dunque è bene conoscerla per sapere se può essere per te una nuova possibilità di carriera, oppure se la tua azienda ne ha bisogno.

Capiremo insieme come diventare Cyber Risk Manager e qual è il percorso formativo da intraprendere e per ricoprire questo ruolo. Buona lettura!

 

Chi è il Cyber Risk Manager e Cosa Fa

Quella del Cyber Risk Manager è una delle professioni del futuro più gettonate del momento. Come ogni nuovo mestiere nasce dalle esigenze che sorgono con l’evoluzione dei tempi e dell’uso delle tecnologie.

 

Possiamo dire che il Cyber Risk Manager (detto anche Cyber Manager, Cyber Security Manager o Cyber Security Risk Manager) si occupa di identificare e valutare i rischi relativi alla sicurezza informatica, che possono mettere a repentaglio imprese, organizzazioni ed enti pubblici.

 

Si tratta di un manager della gestione dei rischi specializzato in cyber-security, una figura diventata ormai fondamentale nelle aziende di piccole, medie e grandi dimensioni, che si ritrovano a fare i conti con una serie di rischi di diverso tipo, tra i quali spicca anche quello informatico, che può impattare su performance e profitti in modo significativo.

 

Il Cyber Security Risk manager è colui che prende in considerazione questi rischi e vulnerabilità relativi alla sicurezza informatica, dopo averli attentamente sottoposti ad analisi, per poter elaborare strategie efficaci per eliminarli in modo definitivo, o comunque per minimizzarli e renderli il meno impattanti possibile.

 

Alteredu presenta la guida sul cyber risk manager

Il Cyber Risk Manager è un professionista specializzato per combattere i cosiddetti rischi legati alla sicurezza informatica.

 

Differenza tra Risk Manager “classico” e Cyber Risk Manager: le Conoscenze Richieste

Prima di entrare nel merito di quelle che sono le competenze specifiche del Cyber Risk Manager è utile andare a capire qual è la differenza con un’altra figura fondamentale, ovvero quella del Risk Manager, un tipo di professionista che molte aziende conoscono già da un po’ di tempo.

 

In un periodo storico come quello che stiamo vivendo tra pandemie e crisi economiche, le aziende sono state sottoposte a un numero decisamente elevato di rischi, che possono impattare negativamente sul business. Da queste situazioni di crisi è nata la necessità di avere delle figure di supporto specializzate, per riuscire a minimizzare l’effetto di questi rischi sulla gestione d’impresa.

 

La figura del Risk Manager esiste già da qualche anno, dunque possiamo dire che la nascita di un tipo di manager per la gestione del rischio informatico ne è stata un’evoluzione. Ma di cosa si occupa un Risk Manager nello specifico?

 

Spesso si tende a pensare che per tutelare un’azienda da degli imprevisti sia necessario stipulare una polizza assicurativa contro determinati rischi. Questo poteva essere vero fino a qualche anno fa, ma ora non basta più, ed è proprio per questo motivo che Risk e Cyber Risk Manager si stanno diffondendo sempre più rapidamente.

 

Nello specifico il ruolo del Risk Manager è quello di gestire rischi aziendali che possono inficiare gli obiettivi di business. Si intendono ovviamente di diverse tipologie di rischi, da quelli finanziari a quelli legali in questo caso.

 

cyber risk manager al lavoro al PC

Per un’azienda non è più sufficiente stipulare una polizza assicurativa contro determinati rischi, ma è necessario assumere personale specializzato come il Risk Manager o il Cyber Security Risk Manager.

 

L’analisi delle vulnerabilità e possibili situazioni critiche per un’impresa deve essere puntuale e completa: quello che questa figura prende in considerazione sono diversi aspetti come la frequenza con cui si presentano i rischi, l’entità degli stessi e i pericoli a cui è sottoposta l’azienda in base al settore e altri fattori. Dall’analisi si passa poi all’azione, dato che questi rischi devono essere tenuti sotto controllo, oppure eliminati del tutto quando ciò è possibile.

 

Le competenze di un Risk Manager sono varie, poiché questa figura professionale agisce sui processi aziendali a diversi livelli, dunque deve conoscere anche il settore in cui opera l’impresa andando a capirne le dinamiche.

 

Servono delle competenze trasversali per occuparsi di Risk Management, dunque bisogna acquisire delle skills che toccano varie aree di intervento: da quella assicurativa a quella manageriale, da quella legale a quella economica, e via dicendo.

 

Per analizzare i rischi aziendali questa figura professionale deve anche conoscere i cicli produttivi, gli impianti, i prodotti e i servizi e deve entrare nel cuore del business e della filosofia aziendale, deve dunque possedere anche un certo tipo di conoscenze e competenze tecniche, per effettuare una valutazione completa.

 

A questo punto viene da prosi una domanda: dato che gli aspetti legati alle vulnerabilità di un’azienda sono così tanti, esistono delle figure specializzate solo su alcune tipologie di rischio? La risposta è sì ed è qui che entra in gioco il Cyber Security Manager, che rappresenta l’evoluzione di Risk Manager che è però specializzato in sicurezza informatica (cybersecurity).

 

In questo caso il professionista ha una formazione specifica sul cyber risk, ovvero su quel rischio insito nel trattamento delle informazioni attraverso il sistema informatico di un’azienda.

 

Quando si parla di hardware, software e banche dati c’è sempre la possibilità che vengano violati con conseguente furto di dati e informazioni sensibili: gli attacchi hacker non sono più così rari e bisogna imparare a proteggersi, anche seguendo dei corsi sulla sicurezza informatica, che possono essere utili sia per i singoli impiegati che per dirigenti e manager.

 

Secondo i dati contenuti nel Consuntivo del 2022 sull’Analisi Criminale del Ministero dell’Interno, il numero di reati informatici effettuati nel 2022 è aumentato di circa il 64% rispetto al totale di quelli effettuati nel 2019, motivo per cui i rischi legati alla sicurezza informatica e alla privacy non possono più essere trascurati, né da privati cittadini, né dalle imprese, per questo il Cyber Security Manager è ancora più importante per un’azienda.

   

Le Mansioni di un Cyber Risk Manager

Le Mansioni di un Cyber Risk Manager sono diverse e trasversali e riguardando la Cyber Security di un’impresa, di un ente o di un’organizzazione.

 

Il ruolo di questo professionista è quello di mettere a punto tutto il necessario per individuare le vulnerabilità del sistema informatico. Oggi come oggi la sicurezza di questi sistemi è fondamentale e pertanto è importante che si faccia tutto il necessario per proteggerli.

 

Possiamo dire che le mansioni di un Cyber Risk Manager sono in genere le seguenti:

  • valutare e analizzare le situazioni di rischio informatico;
  • valutare la gravità dei rischi;
  • individuarne le potenziali conseguenze;
  • creare dei processi e procedure di audit;
  • sviluppare controlli;
  • sviluppare sistemi finalizzati a gestire, mitigare o eliminare i rischi;
  • creare dei processi per superare eventuali crisi;
  • addestrare i dipendenti a fronteggiare i rischi.
 

cyber risk manager mentre effettua un'analisi delle vulnerabilità di un'azienda

Il ruolo di questo professionista è quello di mettere a punto tutto il necessario per individuare le vulnerabilità a livello di sicurezza informatica.

 

Il Processo Dietro il Cyber Risk Management

Il Cyber Risk Management diventa fondamentale non solo per cercare di superare le possibili situazioni di crisi, ma anche per riuscire a prevenirle, tramite un’accurata analisi dei rischi che possono minare i sistemi informatici e i dati in essi contenuti.

 

Alla base di tutto ciò c’è quindi un’analisi qualitativa del rischio, che deve essere effettuata da una figura professionale ad hoc, il cui compito è quello di proteggere i sistemi informatici. Il tutto avviene attraverso l’adozione di diverse misure sia a livello tecnologico che di politiche di protezione.

 

Lo Stipendio di un Cyber Risk Manager

Il Cyber Security Risk Manager è una figura abbastanza nuova che sta prendendo piede nel nostro paese, dunque la remunerazione in Italia potrebbe subire delle variazioni nei prossimi anni a venire.

 

Trattandosi di una figura professionale estremamente specializzata è utile sottolineare che lo stipendio medio di un Cyber Risk Manager consiste in una cifra importante: stiamo parlando di circa 41.283,00 €.

 

Si tratta naturalmente di una cifra media, poiché può variare a seconda della società che assume o della località, oppure dal grado di esperienza, infatti in alcuni casi si arriva anche oltre i 55.000,00 € l’anno di guadagno.

 

Ovviamente un’adeguata formazione in Cybersecurity è la chiave sia per iniziare a lavorare come Cyber Security Manager, sia poter fare carriera e aumentare i guadagni in questo settore. Vediamo insieme dunque cosa bisogna fare per diventare Manager della Sicurezza Informatica.

   

Come Diventare Cyber Risk Manager: il Percorso Formativo

Per diventare Cyber Security Risk Manager è necessario avere delle competenze basilari nel settore informatico, pertanto se sei un giovane che sta per scegliere la propria carriera universitaria, il consiglio è quello di conseguire una laurea in informatica come base di partenza.

 

La formazione ovviamente non basta, perché bisogna anche avere una forte passione ed essere motivati, poiché se si scegliere questo tipo di carriera saranno necessari continui aggiornamenti

 

Nel caso in cui invece ricopri già il ruolo di Risk Manager, oppure vuoi acquisire delle solide basi in privacy e sicurezza informatica per trovare lavoro come Cyber Manager, i corsi di cybersecurity di Alteredu possono essere la soluzione perfetta per chi vuole intraprendere questa carriera formandosi a 360 gradi.

 

Si tratta di corsi online pensati per venire incontro alle esigenze di tutti e non solo: Alteredu è un ente formativo accreditato e riconosciuto, dunque tutti i corsi che vengono proposti sono validi e spendibili anche nel mondo del lavoro, per ottenere una marcia in più che vale la pena avere quando ci si presenta per ricoprire una carica così importante.

   

FAQ sul Cyber Risk Manager: Formazione, Stipendio, Compiti e Lavoro

Qual è lo stipendio medio di un Cyber Risk Manager?

In Italia lo stipendio medio di un Cyber Risk Manager è di 41.283,00 €, la retribuzione può aumentare in base al grado di formazione in sicurezza informatica, esperienze lavorative e tipo di azienda, per arrivare anche a 55.000,00 € l’anno.

Dove lavora un Cyber Security Risk Manager?

Il Cyber Security Risk Manager può trovare lavoro presso aziende private, enti pubblici, organizzazioni e associazioni, poiché il tema dei rischi legati alla sicurezza informatica riguarda ormai diversi tipi di strutture, specialmente quelle che si trovano a gestire dati sensibili.

Cosa vuol dire Cyber Risk?

Il Cyber Risk è un tipo di rischio legato alla Cybersecurity (sicurezza informatica) di un’organizzazione, che riguarda la probabilità di esposizione a un cyber attacco, tenendo conto anche di eventuali data breach (violazione dei dati personali). In sostanza i Cyber Risk sono le potenziali perdite o danni che interessano l’infrastruttura tecnica e informatica, il tipo di tecnologia e la reputazione di un’azienda o un ente.

Come si diventa Cyber Risk Manager?

Per diventare Cyber Risk Manager o Cybersecurity Manager serve:

  • una formazione di base nel campo dell’informatica, infatti potrebbe essere molto utile possedere anche una laurea in questa campo;
  • seguire degli specifici corsi sulla Cybersecurity per ottenere titoli riconosciuti o attestare un certo tipo di competenze acquisite;
  • iniziare a fare esperienza nel settore, anche partendo da degli stage si è dei neo-laureati;
  • iniziare a lavorare come Cyber Risk Manager;
  • continuare la propria formazione acquisendo nuove certificazioni e seguendo nuovi corsi di aggiornamento sulla sicurezza informatica.

Quali sono i tipi di rischi legati alla Cyber Security?

Le principali aree riguardanti i rischi legati alla sicurezza informatica in cui opera un Cyber Risk Manager sono 7:

  1. Network Security, dato che la maggior parte degli attacchi informatici colpiscono la sicurezza delle reti;
  2. Mobile Security, poiché smartphone e tablet vengono usati anche per motivi lavorativi e dunque potrebbero contenere dati sensibili di un’azienda o di un ente;
  3. Cloud Security, poiché oggi sempre più dati vengono salvati su sistemi di cloud computing;
  4. IoT Security, un aspetto a volte sottovalutato ma che è fondamentale monitorare se si offrono o utilizzano dei devices il cui funzionamento si basa su sistemi IoT (Internet of Things);
  5. Application Security, perché non solo i siti ma anche le applicazioni che utilizziamo sia per PC che per Smartphone e Tablet possono essere soggette ad attacchi informatici;
  6. Endpoint Security, un sistema per rendere più sicuri computer desktop e laptop, attraverso controlli relativi alla sicurezza delle reti e dei dati, impiegando ad esempio soluzioni anti-phishing e anti-ransomware;
  7. Zero Trust, che i realtà è un nuovo tipo di approccio più granulare alla sicurezza informatica, per proteggere diversi tipi di risorse attraverso la combinazione di micro-segmentazione, monitoraggio e applicazione di controlli per gli accessi basati sul ruolo che si ricopre.
 

Quale Certificazione Stai Cercando?

SCARICA IL DOSSIER DI ALTEREDU
SULLA SICUREZZA ANTINCENDIO

Non perdere gli ultimi aggiornamenti alla normativa in materia di sicurezza antincendio. Scarica il dossier compilando il modulo qui in basso:

SCARICA IL PAPER DI ALTEREDU SULLE NOVITA’ IN MATERIA DI SICUREZZA!

Non perdere gli ultimi aggiornamenti in materia sicurezza nei luoghi di lavoro. Per farlo, ti basta compilare il modulo qui in basso