USA START20 ed ottieni il 20% di sconto subito!

logo-alteredu-sito
Operatore socio assistenziale

Cosa trovi in questo articolo

L’operatore socio-assistenziale o OSA è una figura professionale che a partire dal 2001 ha sostituito la figura del personale ausiliario che era stata istituita nel 1969 e che era entrata a far parte dell’ordinamento interno dell’ospedale. 

 

Per poter svolgere l’attività di OSA è necessario essere in possesso di una qualifica che può essere conseguita in seguito ad un corso di formazione che prevede un tirocinio presso enti pubblici, privati o qualificati. L’OSA può prestare servizio sia nel privato che nel pubblico ma in quest’ultimo caso deve sostenere un concorso che prevede sia una prova orale che una prova pratica. 

 

L’attività dell’operatore socio-assistenziale prevede il mantenimento ed il recupero del benessere psico-fisico dell’assistito. Deve infatti prestare il suo aiuto nello svolgimento delle funzioni igienico-sanitarie e relazionali intervenendo sia in autonomia che in collaborazione con altri operatori come educatori, assistenti sociali, personale amministrativo e sanitario.

 
L’attività dell’operatore socio-assistenziale prevede il mantenimento ed il recupero del benessere psico-fisico dell’assistito

L’Operatore Socio Assistenziale (OSA): Chi è? Cosa Fa?

L’OSA o operatore socio-assistenziale è una figura professionale il cui compito è quello di mantenere e favorire il benessere psico-fisico del paziente aiutandolo e fornendo assistenza nei bisogni primari quali igiene, vestizione, alimentazione e movimentazione. 

 

Si tratta di una figura di tipo ausiliario che a partire dal 2001 ha sostituito la vecchia figura di ausiliario sanitario. Con la qualifica di OSA è possibile lavorare in ospedale, nelle case di cura e di riposo, nei centri per anziani, nelle comunità di recupero e al domicilio alle dipendenze delle cooperative. Per poter diventare OSA è necessario frequentare dei corsi certificati per apprendere e sviluppare le competenze volte all’assistenza, alla socialità ed al benessere delle persone. 

 

Il compito di un OSA è infatti quello di assistere e supportare l’assistito, garantire la sua sicurezza e favorire il miglioramento della vita sociale. In altre parole l’operatore socio-assistenziale oltre al compito di assistere il paziente nel soddisfacimento dei suoi bisogni primari, deve anche collaborare con altre figure professionali per la pulizia dell’ambiente, il riordino, l’accompagnamento e la sorveglianza del paziente. 

 

Le Differenze Principali tra OSA e OSS

OSA e OSS sono due figure professionali il cui compito è quello di assistere e supportare il paziente nel soddisfacimento dei suoi bisogni primari. La differenza tra OSA ed OSS sta nel fatto che l’OSA è un operatore socio-assistenziale mentre l’OSS è un operatore socio-sanitario. 

 

Ciò significa che l’OSA può occuparsi del benessere fisico del paziente senza poter svolgere alcuna funzione sanitaria, può collaborare con il personale medico ed infermieristico solo per quanto riguarda il trasporto del paziente per l’esecuzione di visite ed esami, la distribuzione dei pasti e l’igiene personale. 

 

L’OSS può invece cooperare e collaborare con il personale sanitario nella somministrazione di piccole terapie, nell’attuazione di medicazioni semplici e nella sorveglianza del paziente riportando all’infermiere qualsiasi modificazione del normale stato di salute dell’assistito. Rispetto all’OSS l’operatore socio-assistenziale ha un campo di lavoro più ristretto, infatti mentre il primo può svolgere le sue attività in campo sociale e sanitario, l’OSA può lavorare solo presso enti o in cooperative private che si occupano di assistenza domiciliare, comunità di recupero per tossicodipendenti o persone con problemi psichiatrici, case di riposo per anziani e centri per disabili. 

 

La differenza di compiti e mansioni è determinata dal percorso formativo.Per diventare OSS sono necessari dei corsi con certificazione della durata di 1000 ore mentre per ottenere la qualifica di OSA bisogna svolgere un percorso formativo di 700 ore che non prevede un tirocinio formativo ma una serie di moduli composti anche da lezioni pratiche che permettono ai futuri operatori di capire quali sono i modi migliori per potersi prendere cura dell’utente. 

 

In entrambi i casi i corsi di formazione possono essere svolti tanto in presenza quanto online ma nel secondo caso è necessario si tratti di corsi di formazione riconosciuti e certificati in modo tale che l’attestato di formazione risulti valido anche per la partecipazione ai concorsi pubblici. 

 
OSA e OSS sono due figure professionali il cui compito è quello di assistere e supportare il paziente nel soddisfacimento dei suoi bisogni primari

Differenza tra Operatore Socio Assistenziale e Addetto all’Assistenza di Base (ADB)

L’operatore socio-assistenziale è una figura professionale in possesso di una qualifica il cui compito è quello di favorire il benessere e l’autonomia di una persona parzialmente o totalmente non autonoma. L’addetto all’assistenza di base o ADB è una figura professionale con la qualifica di terzo livello che opera nei servizi socio-assistenziali ed il cui compito è quello di intervenire sui soggetti in difficoltà occupandosi sia dell’assistenza diretta che della cura dell’ambiente, tanto al domicilio quanto in una casa di cura. 

 

Per poter diventare ADB è obbligatorio frequentare un corso di formazione in presenza oppure online riconosciuto dalla Regione di appartenenza della durata di 500 ore, di cui 450 ore di tirocinio presso una struttura convenzionata. Si tratta di una figura intermedia tra OSS ed OSA ed infatti chi è in possesso della certificazione di ADB può accedere al corso di OSS con un percorso integrativo di solo 400 ore anziché 1000 dal corso formativo. 

 

Le Mansioni dell’OSA in Dettaglio

L’operatore socio-assistenziale è una figura professionale che si occupa del benessere del paziente esclusivamente dal punto di vista sociale supportandolo nelle sue attività e garantendo la sicurezza con lo scopo di migliorare le sue condizioni di vita anche da un punto di vista relazionale. 

 

Per poter diventare OSA è necessario svolgere un corso di formazione per OSA per il quale è necessario essere in possesso di alcuni requisiti tra cui aver compiuto i 18 anni ed avere la licenza media. Al termine del corso l’OSA sarà abilitato allo svolgimento di mansioni specifiche. 

 

L’OSA avrà infatti il compito di occuparsi della persona aiutandola nell’igiene personale, nella preparazione dei pasti, nella pulizia e nel riordino dell’ambiente in cui vive, nella mobilizzazione e nel supporto durante le attività quotidiane ma anche della socializzazione favorendo i rapporti relazionali e collaborando con altre figure professionali per la realizzazione di un piano assistenziale. 

 

Per poter svolgere questa professione è pertanto necessario essere empatici, avere una buona predisposizione all’ascolto ed alla comprensione dei problemi e dei disagi dell’assistito e dei suoni familiari ed avere una buona capacità di lavorare in team con altre persone. 

 
L’operatore socio-assistenziale è una figura professionale che si occupa del benessere del paziente esclusivamente dal punto di vista sociale

I Diversi Tipi di Operatore Socio Assistenziale e i Relativi Sbocchi Lavorativi

L’operatore socio-assistenziale è una figura professionale che ha frequentato un corso di formazione al termine del quale ha ottenuto una qualifica che gli permette di lavorare in ambito pubblico, privato o al domicilio in autonomia. La sua attività è diretta a soddisfare i bisogni primari della persona favorendo il benessere e l’autonomia dell’assistito. 

 

L’OSA può svolgere la sua attività sia nel settore sociale che in quello sanitario, infatti può lavorare in strutture di tipo assistenziale sia residenziali come le residenze per anziani o le comunità riabilitative che semiresidenziali come i centri diurni per anziani o disabili. Nel caso in cui lavori in ospedale può collaborare con il personale sanitario solo per l’igiene, la mobilizzazione e il trasporto dei pazienti senza poter intervenire in nessuna azione sanitaria come la somministrazione di terapie o le medicazioni. 

 

OSA per Persone Disabili

L’operatore socio-assistenziale è una figura professionale con una qualifica per l’assistenza e il soddisfacimento dei bisogni primari del paziente. L’OSA può lavorare in vari ambiti sia pubblici che privati e più nello specifico può specializzarsi in un determinato settore. L’OSA per i disabili è infatti una figura professionale specializzata per assistere persone disabili dal punto di vista fisico e mentale. 

 

Si tratta di una figura sempre più richiesta nelle strutture riabilitative e nelle comunità per pazienti con disturbi psichiatrici. Per poter diventare un OSA specializzato per disabili è necessario acquisire una qualifica ulteriore che si ottiene frequentando percorsi in presenza o corsi online per l’assistenza ai disabili. Tali corsi prevedono una parte teorica ed una pratica e permettono di acquisire e sviluppare una serie di capacità che consentono all’operatore specializzato di operare in quel determinato settore. 

 

Con questa qualifica l’operatore socio-assistenziale può lavorare negli istituti per l’assistenza ai disabili, nelle case-famiglia ma anche al domicilio, nelle scuole e in tutte quelle strutture ricreative come hotel, campeggi o stabilimenti balneari che offrono assistenza specializzata a persone disabili.  

 

Il compito dell’OSA per disabili consiste nell’assistenza e nel supporto nelle attività quotidiane per il raggiungimento di un’autonomia parziale o totale. Nel caso di paziente con disturbi di natura psichica compito dell’OSA è favorire le attività di socializzazione collaborando con altre figure come personale sanitario, assistenti sociali, educatori e familiari. 

 

OSA per l’Infanzia

L’OSA per l’infanzia è una figura ausiliaria di supporto in possesso di una qualifica conseguita al termine di un corso di formazione. Il corso può essere erogato in presenza da diversi enti pubblici e privati o anche in FAD con corsi online con attestato. Al termine del corso l’OSA potrà svolgere la propria attività in ambito pedagogico o socio-sanitario. 

 

Può infatti lavorare negli asili nido, negli asili aziendali, nei centri estivi per l’infanzia, a domicilio, nei centri sportivi e nelle ludoteche o anche in tutti i contesti in cui i bambini necessitano di un’assistenza particolare per lievi ritardi dello sviluppo e del comportamento. L’OSA per l’assistenza all’infanzia si occupa dunque della crescita motoria, psicologica e ludica del bambino da 0 a 6 anni utilizzando le competenze acquisite e le capacità di relazionarsi alla rete sociale del bambino. 

 

OSA per Anziani

L’OSA per anziani è una figura qualificata e di sostegno per persone in difficoltà o bisognose di assistenza che svolge la propria attività in strutture pubbliche e private o al domicilio. Per poter diventare OSA e specializzarsi nell’assistenza agli anziani bisogna intraprendere un percorso formativo gestito sia in presenza da diversi enti che in FAD con corsi online

 

L’OSA per anziani è una figura di supporto il cui compito è fornire assistenza a persone di età superiore a 65 anni, non necessariamente non autosufficienti ma che necessitano di aiuto nelle attività della vita quotidiana. L’OSA dovrà pertanto aiutare gli anziani nella cura personale ed allo stesso tempo stimolarli per il mantenimento della salute psico-fisica agendo in autonomia o in collaborazione con altre figure professionali, con la famiglia o con le istituzioni che hanno in carico l’anziano. 

 

OSA per la Multiculturalità

L’OSA per la multiculturalità una figura specializzata per l’assistenza a persone con usi e culture diverse dalle nostre. E’ una figura particolare in quanto dovendo agire con persone con diversa cultura e mentalità deve essere in grado di mettere in atto una serie di processi di interazione e socializzazione e deve essere dotato di empatia, capacità relazionali e particolare sensibilità d’animo per favorire l’inserimento di persone deboli svantaggiate. 

 

Per poter svolgere questa attività bisogna frequentare un corso qualificante che prevede un tirocinio lavorativo in strutture specializzate per l’integrazione multiculturale. L’esperienza lavorativa della durata di 300 ore serve per apprendere le mansioni previste e per acquisire le competenze professionali per poter lavorare con gli stranieri. Il tirocinio rappresenta un inserimento reale nel mondo lavorativo e permette di mettersi alla prova e verificare le proprie capacità professionali. 

 

OSA per le Dipendenze

L’OSA per le dipendenze è una figura professionale specializzata per l’assistenza di persone dipendenti da alcool o sostanze stupefacenti il cui compito è quello di sostenere ed aiutare questi soggetti durante il periodo di disintossicazione e nella fase di risocializzazione. L’OSA per le dipendenze deve seguire un corso in cui sono previste diverse materie che lo preparano ad affrontare senza difficoltà qualsiasi tipo di emergenza. 

 

Al termine del corso l’OSA può lavorare nei centri di accoglienza, nelle comunità terapeutiche e nelle cooperative per alcolisti e tossicodipendenti. Compito dell’OSA è occuparsi di soggetti vittime delle dipendenze, affiancandoli durante il percorso di reinserimento nella società utilizzando tutti gli elementi teorici e pratici appresi durante il corso di formazione. E’ necessaria una preparazione mirata oltre che una personalità forte e decisa per affiancare queste persone durante il percorso di recupero, motivandole durante il difficile periodo della disintossicazione. 

 

Quanto Guadagna un Operatore Socio Assistenziale in Italia

Quando ci si chiede quanto guadagna un operatore socio assistenziale in Italia la prima risposta da dare è che lo stipendio mensile di un OSA varia a seconda del contesto nel quale svolge la propria attività. Questa figura professionale può infatti lavorare in diversi contesti quali cliniche, ospedali, RSA, case di cura, strutture di tipo socio assistenziale o a domicilio. 

 

Lo stipendio medio di un OSA in Italia è di circa 1100€ al mese e la tariffa oraria media si aggira attorno ai 6,50-7€ all’ora. Considerando le variazioni di stipendio mensile in base al posto di lavoro e all’anzianità dell’operatore socio assistenziale è possibile affermare che in Italia la retribuzione di un OSA può partire da uno stipendio mensile minimo di 680€ fino ad arrivare- nei casi in cui si lavori in determinati contesti o si faccia un certo numero di ore di straordinari- a 1450€ al mese.

 

Le Competenze Richieste per Lavorare Come Operatore OSA

Per poter assistere al meglio gli utenti ogni OSA deve essere in possesso di competenze tecniche e sociali. Le prime si acquisiscono tramite la frequenza di un corso professionalizzante al termine del quale viene rilasciato, previo superamento di un esame finale, un attestato di OSA. Per competenza tecnica si intende la capacità di fornire aiuto ed assistenza per quanto riguarda i bisogni primari quali igiene personale, vestizione, movimentazione ed alimentazione. 

 

Nelle competenze tecniche rientrano altresì lo sviluppo di capacità attitudinali tramite l’esperienza professionale che consente di apprendere sul campo i comportamenti pratici da attuare nelle diverse situazioni. Fondamentali sono anche le competenze teoriche e quindi la conoscenza di tutte quelle discipline utili a fornire assistenza nella maniera migliore. 

 

Le competenze sociali possono svilupparsi durante l’attività pratica ma sono tendenzialmente proprie di ciascun individuo in quanto consistono nella capacità di relazionarsi con l’utente, la famiglia e le altre figure professionali oltre che nella propensione ad essere persone empatiche e comprensive dei bisogni e degli stati d’animo altrui. 

 

Come Diventare Operatore Socio-Assistenziale

Per diventare operatore socio-assistenziale è necessario seguire dei corsi di formazione professionalizzanti che sono disponibili sia in presenza che online. La frequenza obbligatoria di questi corsi e il successivo superamento dell’esame finale permette di ottenere l’attestato necessario per poter svolgere la professione. 

 

Dopo aver ottenuto l’attestato OSA lo si può sfruttare in diversi settori ed ambiti. Vi sono infatti diversi sbocchi occupazionali perché l’operatore socio-assistenziale può lavorare sia in ambito pubblico che privato trovando dunque lavoro nelle RSA, in ospedale, nei centri per anziani o all’interno di enti socio-assistenziali. Può inoltre prestare assistenza domiciliare e lavorare all’interno delle cooperative. Un operatore socio-assistenziale può inoltre lavorare nel settore scolastico tanto che è previsto che superando con esito positivo l’esame finale di un corso OSA si ottiene 1 punto nella graduatoria ATA. Un OSA che lavora nelle scuole deve comprendere le esigenze dei più piccoli aiutandoli nel percorso di acquisizione della loro autonomia. 

 

I Requisiti per Diventare OSA e Accedere a un Corso di Formazione

Prima di iscriversi ad un corso OSA è bene sapere che bisogna essere in posseso di alcuni requisiti. Indipendentemente che si tratti di un corso online oppure in presenza, per la frequenza è necessario aver raggiunto la maggiore età. Dal punto di vista della formazione scolastica non sono richiesti particolari requisiti per l’accesso al corso di OSA poiché è sufficiente possedere una licenza di scuola media inferiore

 

Oltre ai requisiti tecnici richiesti che non possono assolutamente mancare, per praticare la professione di OSA sarebbero necessari anche alcuni requisiti personali. Si tratta di una professione molto delicata in cui ci si trova costantemente a contatto con persone parzialmente o totalmente non autosufficienti o comunque in condizioni di difficoltà e per questo è bene che ogni potenziale OSA abbia capacità relazionale e sociale oltre che un buon livello di empatia, strumenti fondamentali per potersi immedesimare nelle situazioni di sofferenza altrui e gestirle al meglio. 

 

Il Corso di OSA Online Riconosciuto di Alteredu

Per diventare OSA è necessario frequentare un corso di formazione che può essere svolto tanto in presenza quanto da remoto. Chi optasse per un corso di formazione online può affidarsi ad Alteredu, una piattaforma grazie alla quale poter ottenere la certificazione necessaria per praticare la professione. 

 

Alteredu offre il Corso OSA Online Riconosciuto dal Miur rivolto a chiunque desideri svolgere un mestiere basato su aiuto e sostegno a persone malate o con disabilità. Il corso prevede una durata di 300 ore

 

Al termine del corso è previsto un esame finale che deve essere svolto in presenza. Per ottenere la qualifica oltre ad aver superato l’esame è necessario essere in regola con il pagamento delle rate ed aver presenziato almeno all’80% delle lezioni. 

 

Quale Certificazione Stai Cercando?

SCARICA IL DOSSIER DI ALTEREDU
SULLA SICUREZZA ANTINCENDIO

Non perdere gli ultimi aggiornamenti alla normativa in materia di sicurezza antincendio. Scarica il dossier compilando il modulo qui in basso:

SCARICA IL PAPER DI ALTEREDU SULLE NOVITA’ IN MATERIA DI SICUREZZA!

Non perdere gli ultimi aggiornamenti in materia sicurezza nei luoghi di lavoro. Per farlo, ti basta compilare il modulo qui in basso