Tipologia: Certificazione
Moduli:
ORE: Certificazione
Crediti Rilasciati:
Costo: € 437

Certificazione Consulente Sicurezza sul Lavoro Professionale

€ 437
PROMO ATTIVA. Disponibilità limitata
12 votes, average: 4,92 out of 512 votes, average: 4,92 out of 512 votes, average: 4,92 out of 512 votes, average: 4,92 out of 512 votes, average: 4,92 out of 5 (12 valutazioni, media: 4,92 su 5)
You need to be a registered member to rate this.
Loading...
Tipologia: Certificazione
Moduli:
ORE: Certificazione
Crediti Rilasciati:

Indice contenuti scheda

Certifica la tua Professione come Consulente Tecnico sulla Sicurezza sul Lavoro

Il consulente della sicurezza sul lavoro è un professionista che può operare come dipendente, per esempio all’interno di grandi aziende strutturate, oppure come libero professionista, aprendo un suo studio personale, qualificato in materia di sicurezza sul lavoro.
 

Si occupa di consulenza e formazione in ambito di salute e sicurezza sul posto di lavoro, nonché di ambiente e qualità, dunque è anche esperto di prevenzione degli incendi, sicurezza in cantiere, autotrasporto di merci pericolose e altre tematiche legate alla sicurezza dei lavoratori.
 

Ma quale percorso bisogna seguire, quali titoli di studio e qualifiche occorre conseguire per diventare consulente della sicurezza sul lavoro?
 

Si tratta di un professionista che deve coniugare competenze tecniche, gestionali, ma anche sociali ed etiche. Sebbene non sia richiesta la laurea, è molto auspicabile.
 

Non ci sono obblighi in merito, tuttavia, considerando che dovrà occuparsi di lavoro, legislazione e gestione, le lauree più congrue sono sicuramente quelle di economia, giurisprudenza, scienze politiche o ingegneria gestionale ma anche altre, come vedremo più avanti.
 

Dopo il diploma, unitamente ad una comprovata esperienza in materia, oppure dopo la laurea, un surplus alla tua carriera verrà dato dall’iscrizione ad uno o più dei seguenti Registri Professionali in materia di Sicurezza sul Lavoro proposti da Alteredu:

  • RSPP (Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione);
  • CSP-CSE (Coordinatore della Sicurezza in Fase di Progettazione e in Fase di Esecuzione);
  • FSL (Formatore della Sicurezza sul Lavoro).
 

Dopo l’iscrizione al registro si potrà iniziare a operare in qualità di consulente della sicurezza sul lavoro, presso aziende o in proprio come libero professionista.
 

 

Caratteristiche della Certificazione Consulente Sicurezza sul Lavoro Professionale

Le caratteristiche della Certificazione Consulente Professionale Sicurezza sul Lavoro

La Certificazione FAC sulla Sicurezza sul Lavoro per Consulenti e Formatori

Alteredu collabora con l’Ente FAC che rilascia Certificazioni di Competenza a Professionisti, secondo quanto prescritto dalla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17024, che definisce i “Requisiti generali per gli Organismi che operano nella certificazione di Persone”.
 

Dal 2007 FAC è Organismo di Certificazione accreditato presso ACCREDIA (ente unico nazionale di accreditamento designato dal governo italiano) è uno dei maggiori enti di riferimento, su territorio nazionale, per quanto riguarda la certificazione dei professionisti perché interviene affinché le professioni, riconosciute, tramite una norma UNI o no, possano attraverso la Certificazione porsi sul mercato nazionale ed europeo, dando garanzie certe e riconosciute.
 

FAC si occupa di tutte le “professioni non regolamentate” ex lege 4/2013, per esempio di professionisti del benessere, tributaristi, patrocinatori stragiudiziali, arti terapeuti, professionisti della privacy, professionisti della sicurezza, etc.
 

 

Certificazione per Formatore dei Formatori sulla Sicurezza sul Lavoro: Requisiti per Accedere all’Esame e Conseguire l’Attestato

Il livello di competenze richiesto al Formatore dei Formatori sulla Sicurezza dei Luoghi di Lavoro si colloca complessivamente al livello 5 dell’EQF.
 

CONOSCENZE

  • Misure, metodi e tecniche organizzative e procedurali di analisi e valutazione dei rischi
  • Fattori di rischio, misure di protezione, di prevenzione e di riduzione dei rischi
  • Legislazione nazionale e comunitaria vigente in materia di sicurezza ed igiene della lavoro e relativi aspetti giuslavoristici
  • Sistema assicurativo contro gli infortuni e le malattie professionali
  • Procedure e adempimenti amministrativi e analisi infortunistica
  • Processi, macchine e attività di produzione
  • Metodi e tecniche per la gestione delle emergenze e del soccorso
  • Sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro; normativa internazionale BS OHSAS 18001 w linee guida UNI INAIL; tecniche e metodologie di audit sui sistemi di gestione
  • Attività di certificazione e asseverazione del modello organizzativo per la sicurezza
  • Metodi e tecniche per la comunicazione aziendale, informazione, formazione sulla sicurezza e consultazione sulla sicurezza
  • Principi e tecniche organizzative, procedurali, motivazionali per il coordinamento di risorse, personale e organizzazioni operanti nello stesso luogo di lavoro
 

L’ammissione all’esame di certificazione è subordinato al possesso di tutti i requisiti, di cui alle lettere A, B e C, sotto elencati:
 

A) Per l’apprendimento Formale: è necessario almeno il Diploma di scuola secondaria superiore
 

B) Per l’apprendimento Non Formale e Informale: è necessario di possedere almeno uno dei seguenti criteri:
 

Criteri
1

  • Attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a corso/i di formazione per RSPP/ASPP (moduli A,B, C o evidenza di eventuali esenzioni applicabili, organizzato dai soggetti di cui all’art. 32, comma 4, del DLgs 81/2008 e s.m.i)
  • Precedente esperienza come docente di corsi di formazione per RSPP/ASPP per almeno 60h negli ultimi 3 anni, nell’area tematica oggetto della docenza

2

  • Attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a corso/i di formazione per RSPP/ASPP (moduli A,B, C o evidenza di eventuali esenzioni applicabili, organizzato dai soggetti di cui all’art. 32, comma 4, del DLgs 81/2008 e s.m.i)
  • Laurea (vecchio ordinamento, triennale, specialistica o magistrale) coerente con le materie oggetto della docenza, ovvero corsi post-laurea (dottorato di ricerca, perfezionamento, master, specializzazione nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, unitamente ad almeno una delle seguenti specifiche:
    • percorso formativo in didattica, con esame finale, della durata minima di 24 ore (es. corso formazione- formatori FSL, o abilitazione all’insegnamento, o conseguimento (presso Università od Organismi accreditati) di un diploma triennale in Scienza della Comunicazione o di un Master in Comunicazione
    • precedente esperienza come docente in corsi di formazione per SPP/ASPP, per almeno 32 ore negli ultimi 3 anni, in materia di salute e sicurezza sul lavoro
    • precedente esperienza come docente in corsi di formazione per RSPP/ASPP, per almeno 40 ore negli ultimi tre anni, anche in materie diverse dalla salute e sicurezza sul lavoro
    • corso/i formativo/i in affiancamento a docente qualificato, in corsi di formazione per RSPP/ASPP per almeno 48 ore negli ultimi 3 anni

3

  • Attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a corso/i di formazione di almeno 88 ore per RSPP/ASPP (moduli A,B, C o evidenza di eventuali esenzioni applicabili, organizzato dai soggetti di cui all’art. 32, comma 4, del DLgs 81/2008 e s.m.i) unitamente alla specifica della lettera a) e ad almeno una delle specifiche della lettera b)
    • a) almeno 12 mesi di esperienza lavorativa o professionale coerente con l’area tematica oggetto di docenza b)
    • b1) percorso formativo in didattica, con esame finale, della durata minima di 24 ore (es. corso formazione- formatori) FSL o abilitazione all’insegnamento, o conseguimento (presso Università od Organismi accreditati) di un diploma triennale in Scienza della Comunicazione o di un Master in Comunicazione
    • b2) precedente esperienza come docente in corsi di formazione per SPP/ASPP, per almeno 32 ore negli ultimi 3 anni, in materia di salute e sicurezza sul lavoro
    • b3) precedente esperienza come docente in corsi di formazione per RSPP/ASPP, per almeno 40 ore negli ultimi tre anni, anche in materie diverse dalla salute e sicurezza sul lavoro
    • b4) corso/i formativo/i in affiancamento a docente qualificato, in corsi di formazione per RSPP/ASPP per almeno 48 ore negli ultimi 3 anni

4

  • Attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a corso/i di formazione della durata di almeno 64 ore per RSPP/ASPP (moduli A,B, C o evidenza di eventuali esenzioni applicabili, organizzato dai soggetti di cui all’art. 32, comma 4, del DLgs 81/2008 e s.m.i) unitamente alla specifica della lettera a) e ad almeno una delle specifiche della lettera b)
    • a) almeno 18 mesi di esperienza lavorativa o professionale coerente con l’area tematica oggetto di docenza b)
    • b1) percorso formativo in didattica, con esame finale, della durata minima di 24 ore (es. corso formazione- formatori) FSL o abilitazione all’insegnamento, o conseguimento (presso Università od Organismi accreditati) di un diploma triennale in Scienza della Comunicazione o di un Master in Comunicazione
    • b2) precedente esperienza come docente in corsi di formazione per SPP/ASPP, per almeno 32 ore negli ultimi 3 anni, in materia di salute e sicurezza sul lavoro
    • b3) precedente esperienza come docente in corsi di formazione per RSPP/ASPP, per almeno 40 ore negli ultimi tre anni, anche in materie diverse dalla salute e sicurezza sul lavoro
    • b4) corso/i formativo/i in affiancamento a docente qualificato, in corsi di formazione per RSPP/ASPP per almeno 48 ore negli ultimi 3 anni

5

  • Attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a corso/i di formazione della durata di 64 ore, per RSPP/ASPP (moduli A,B, C o evidenza di eventuali esenzioni applicabili, organizzato dai soggetti di cui all’art. 32, comma 4, del DLgs 81/2008 e s.m.i)
  • Esperienza lavorativa o professionale almeno triennale nel campo della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, coerente con l’area tematica oggetto della docenza, unitamente a una delle seguenti specifiche:
    • percorso formativo in didattica, con esame finale, della durata minima di 24 ore (es. corso formazione- formatori) FSL o abilitazione all’insegnamento, o conseguimento (presso Università od Organismi accreditati) di un diploma triennale in Scienza della Comunicazione o di un Master in Comunicazione
    • precedente esperienza come docente in corsi di formazione per SPP/ASPP, per almeno 32 ore negli ultimi 3 anni, in materia di salute e sicurezza sul lavoro
    • precedente esperienza come docente in corsi di formazione per RSPP/ASPP, per almeno 40 ore negli ultimi tre anni, anche in materie diverse dalla salute e sicurezza sul lavoro
    • corso/i formativo/i in affiancamento a docente qualificato, in corsi di formazione per RSPP/ASPP per almeno 48 ore negli ultimi 3 anni

6

  • Attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a corso/i di formazione della durata di 64 ore, per RSPP/ASPP (moduli A,B, C o evidenza di eventuali esenzioni applicabili, organizzato dai soggetti di cui all’art. 32, comma 4, del DLgs 81/2008 e s.m.i)
  • Esperienza di almeno 6 mesi nel ruolo di RSPP o di almeno 12 mesi nel ruolo di ASPP (tali figure possono effettuare docenze solo nell’ambito del macro-settore ATECO di riferimento), unitamente a una delle seguenti specifiche:
    • percorso formativo in didattica, con esame finale, della durata minima di 24 ore (es. corso formazione- formatori) FSL o abilitazione all’insegnamento, o conseguimento (presso Università od Organismi accreditati) di un diploma triennale in Scienza della Comunicazione o di un Master in Comunicazione
    • precedente esperienza come docente in corsi di formazione per SPP/ASPP, per almeno 32 ore negli ultimi 3 anni, in materia di salute e sicurezza sul lavoro
    • precedente esperienza come docente in corsi di formazione per RSPP/ASPP, per almeno 40 ore negli ultimi tre anni, anche in materie diverse dalla salute e sicurezza sul lavoro
    • corso/i formativo/i in affiancamento a docente qualificato, in corsi di formazione per RSPP/ASPP per almeno 48 ore negli ultimi 3 anni
 

C) Per l’esperienza lavorativa totale:
 

Mansioni tecniche e professionali presso aziende/studi tecnici, Società di consulenza, etc:

  • Almeno 3 anni se in possesso di laurea di II livello
  • Almeno 4 anni se in possesso di laurea di I livello
  • Almeno 6 anni se in possesso di diploma di scuola secondaria superiore
   

Certificazione per RSPP e CSP–CSE: Requisiti per Accedere all’Esame e Conseguire l’Attestato

CONOSCENZE
 
  • Misure, metodi e tecniche organizzative e procedurali di analisi e valutazione dei rischi;
  • Fattori di rischio; misure di protezione, di prevenzione e di riduzione dei rischi;
  • Legislazione nazionale e comunitaria vigente in materia di sicurezza e igiene del lavoro e relativi aspetti giuslavoristici:
  • Sistema assicurativo contro gli infortuni e le malattie professionali;
  • Procedure e adempimenti amministrativi e analisi infortunistica;
  • Processi, macchine e attività di produzione;
  • Metodi e tecniche per la gestione delle emergenze e del soccorso;
  • Sistemi di gestione per la salute e la sicurezza sul lavoro; normative internazionale( BS OHSAS 18801) e linee guida (INAIL); tecniche e
    metodologie di audit di sistemi di gestione;
  • Metodi e tecniche per la comunicazione aziendale; informazione, formazione sulla sicurezza e consultazione sulla sicurezza;
  • Principi e tecniche organizzative, procedurali, motivazionali per il coordinamento di risorse, personale e organizzazioni operanti nello stesso luogo di lavoro.
 

L’ammissione all’esame di certificazione è subordinato al possesso di tutti i requisiti, di cui alle lettere A, B, C, D ed E sotto elencati:
 

A) Titolo di studio minimo per RSPP: del Diploma di Scuola Secondaria Superiore
 

B) Titolo di studio per CSP e CSE: possesso di uno dei seguenti requisiti:
 

Requisiti
  • laurea magistrale conseguita in una delle seguenti classi: LM-4, da LM-20 a LM-35, LM- 69, LM-73, LM-74, di cui al decreto del Ministro dell’Università e della ricerca in data 16 marzo 2007, pubblicato nel S.O alla G.U. n. 157 del 9 luglio 2007, ovvero
    • laurea specialistica conseguita nelle seguenti classi: 4/S, da 25/S a 38/S, 77/S, 74/S, 86/S, di cui al decreto del Ministro dell’Università e della ricerca scientifica e tecnologica in data 28 novembre 2000, pubblicato nel Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 18 del 23 gennaio 2001,
    • ovvero corrispondente diploma di laurea ai sensi del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca in data 5 maggio 2004, pubblicato nella G.U. n. 196 del 21 agosto 2004, nonché attestazione, da parte di datori di lavoro o committenti, comprovante l’espletamento di attività lavorativa nel settore delle costruzioni per almeno un anno;
  • laurea conseguita nelle seguenti classi L7, L8, L9, L17, L23, di cui al predetto decreto ministeriale in data 16 marzo 2007, ovvero laurea conseguita nelle classi 8,9,10,4, di cui al decreto del Ministro dell’Università e della ricerca scientifica e tecnologica in data 4 agosto 2000, pubblicato sul Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 245 del 19 ottobre 2000,
    • nonché attestazione, da parte di datori di lavoro o committenti, comprovante l’espletamento di attività lavorative nel settore delle costruzioni per almeno due anni;
  • diploma di geometra o perito industriale o perito agrario o agrotecnico,
    • nonché attestazione, da parte di datori di lavoro o committenti, comprovante l’espletamento di attività lavorativa nel settore delle costruzioni per almeno tre anni.
 

CSP e CSE , devono essere, altresì, in possesso di attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento finale, a specifico corso in materia di sicurezza organizzato dalle regioni, mediante le strutture tecniche operanti nel settore della prevenzione e della formazione professionale, o, in via alternativa, dall’ISPESL, dall’INAIL, dall’Istituto italiano di medicina sociale, dagli ordini o collegi professionali, dalle università, dalle associazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori o dagli organismi paritetici istituiti nel settore dell’edilizia.
 

Fermo restando l’obbligo di aggiornamento di cui all’allegato XIV, sono fatti salvi gli attestati rilasciati nel rispetto della previgente normativa a conclusione di corsi avviati prima dell’entrata in vigore del decreto.
 

L’attestato non è richiesto per coloro che:

  • non più in servizio, abbiano svolto attività tecnica in materia di sicurezza nelle costruzioni, per almeno cinque anni, in qualità di pubblici ufficiali o di incaricati di pubblico servizio e per coloro che producano un certificato universitario attestante il superamento di un esame relativo ad uno specifico insegnamento del corso di laurea nel cui programma siano presenti i contenuti minimi di cui all’ ALLEGATO XIV, o l’attestato di partecipazione ad un corso di perfezionamento universitario i cui programmi e le relative modalità di svolgimento siano conformi all’allegato XIV.
  • sono in possesso della laurea magistrale LM-26.
 

C) Formazione specifica
 

  • RSPP: Corso di formazione per RSPP (MODULI “A”+ “B 48h ore” o almeno 2 tra SP1/SP2/SP3/SP 4 erogato da Alteredu o altri Enti, conforme a quanto previsto dal provvedimento 26/01/2006 della “conferenza stato Regioni”.
    Sono ammessi all’esame anche coloro i quali, pur non avendo frequentato un corso qualificato per RSPP , dimostrano di aver maturato un’esperienza lavorativa continua specifica DOPPIA rispetto a quanto indicato alla lettera D
    I casi di eventuali esoneri dei moduli A/B devono essere supportati da evidenza di esperienza lavorativa e di studi , come previsto dalla tabella A4 della conferenza Stato- Regioni del 26 gennaio 2006
    NB: Per i moduli “A”,”B” e “C” e la tabella A4 cfr. “Accordo tra il Governo e le Regioni e Province autonome attuativo dell’art.2, comma2,3,4 e 5 del decreto legislativo 23 giugno 2003, n. 195, che integra il decreto legislativo 19 settembre 1994, n.626, in materia di prevenzione e protezione dei lavoratori sui luoghi di lavoro.”
  • CSP e CSE: Corso di formazione per CS 120 ore (rif. Art. 98 del D.IGS 81/08) erogato da Alteredu o altri Enti, conforme a quanto previsto dal provvedimento 26/01/2006 della “conferenza stato Regioni”.
    Sono ammessi all’esame anche coloro i quali, pur non avendo frequentato un corso qualificato per CSP/CSE , dimostrano di aver maturato un’esperienza lavorativa continua specifica pari rispetto a quanto indicato nell “Accordo tra il Governo e le Regioni e Province autonome attuativo dell’art.2, comma2,3,4 e 5 del decreto legislativo 23 giugno 2003, n. 195, che integra il decreto legislativo 19 settembre 1994, n.626, in materia di prevenzione e protezione dei lavoratori sui luoghi di lavoro.”
 

D) Esperienza di lavoro
 

  • RSPP:
    • Diplomati : 6 anni
    • Laureati di 1° livello: 4 anni
    • Laureati di 2° livello: 3 anni
  • CSP /CSE:
    • Diplomati: 6 anni
    • Laureati 1°livello : 5 anni
    • Laureati 2°livello in campo scientifico o nel caso di Master post laurea nello specifico campo della Sicurezza e Salute sul lavoro: 4 anni
 

Si richiede appropriata esperienza lavorativa di base in attività tecniche e gestionali maturata nella consulenza o come dipendenti presso organizzazioni pubbliche e/o private, che abbia permesso di acquisire capacità e conoscenza su alcuni o tutti i punti delle conoscenze e abilità specifiche.
 

E) Esperienza di lavoro specifica
 

  • RSPP: Almeno tre (3) degli anni richiesti di esperienza lavorativa totale, devono essere relativi al ruolo di RSPP
  • CSP/CSE: – Almeno tre (3) degli anni richiesti di esperienza lavorativa totale, devono essere relativi al ruolo di CSP/CSE
 

L’attività di docenza dovrà essere opportunamente documentata e corredata da un’indagine recente di soddisfazione del cliente. Qualora la suddetta esperienza lavorativa specifica sia afferente ad un unico settore (ad esempio Qualità, Sicurezza sul Lavoro, Ambiente….) , il candidato potrà richiedere l’attribuzione della specifica area di interesse
 

 

Cosa fare per Conseguire la Certificazione ed essere iscritto nel relativo Registro

Il candidato che intende intraprendere il processo di certificazione deve inviare a [email protected] la seguente documentazione:

Documentazione
  • La domanda di ammissione all’esame debitamente compilata, firmata e datata. In allegato alla domanda (MO03-MO04)
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione (MO11)
  • Curriculum Vitae aggiornato, datato e firmato con richiamo agli articoli 46 e 76 del D.P.R. 445/2000 e alla legge sulla privacy.
  • Copia di un documento d’identità in corso di validità, firmato, datato e con l’autorizzazione al trattamento dei dati personali (D.Lgs.196/03)
  • Evidenze dei requisiti di istruzione (sono accettati tutti i titoli, corsi e diplomi riconosciuti equipollenti a quelli italiani, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge)
  • Evidenze dell’ esperienza lavorativa (a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, possono essere inviate: dichiarazioni del datore di lavoro o di clienti, contratti di lavoro, certificato attribuzione P.IVA, esempi di fatture emesse prive dei dati sensibili, visure camerali ecc.)
  • Copia degli attestati di eventuali Corsi Specifici
 

Quando si Svolge l’Esame della Certificazione Consulente Sicurezza sul Lavoro Professionale?

L’esame scritto in videoconferenza è programmato ogni mese, mentre l’esame orale in videoconferenza verrà svolto al raggiungimento minimo del numero di iscritti (2/3).

Come si Svolge l’Esame

L’esame si svolge in videoconferenza alla presenza di una commissione composta da 3 docenti ed è suddiviso in:
 
  • Prova scritta: Test conoscitivo basato sullo schema ottimale di competenze
  • Prova scritta: un caso di studio
  • Orale: intervista
 

La valutazione complessiva tiene conto di tutti i requisiti richiesti e delle prove di esame.
 

Il candidato che supera l’esame e dimostra di possedere tutti i requisiti della presente scheda viene iscritto nel registro FAC e riceve il certificato e il timbro attestanti il possesso della certificazione.
 

La durata della certificazione è triennale e si rinnova, in assenza di revoca e/o rinuncia, al termine dei tre anni di validità. Requisito per il mantenimento annuale della certificazione: almeno 8 ore di aggiornamento.
 

 

Costo di Partecipazione

Una certificazione per una professione al costo di: 117€.
Due certificazioni per due professioni al costo di: 187€.

Iscrizione Obbligatoria al Registro FAC

Dopo aver superato l’esame, è necessaria l’iscrizione al relativo Registro Professionale. Il Professionista dovrà, quindi, versare la quota annuale di iscrizione che è pari:

  • Per 1 Professione: 137€
  • Per 2 Professioni (quindi per l’iscrizione a 2 Registri): 187€
 

Perché è Importante la Certificazione Consulente Sicurezza sul Lavoro Professionale?

Il tema delle professioni e del riconoscimento delle competenze nella UE è attuale, infatti a livello nazionale e locale sono stati presi dei provvedimenti che definiscono vari standard professionali.
 

La sicurezza è trasversale a tutte le attività di lavoro ed in alcuni casi è definita come:

  • “Abilità”, relativa all’“applicare norme, disposizioni e procedure sulla sicurezza e igiene sul lavoro”;
  • “Conoscenza”, in merito alla “Normativa sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori in tutti i settori di attività privati o pubblici”.
 

Ad esempio, nel panorama normativo nazionale e locale, attualmente la figura del RSPP o dell’ASPP non è definita come “professione” e non ci sono riferimenti ai livelli EQF, che fanno cenno alle qualifiche per l’apprendimento permanente (EQF) molto in voga in ambito UE.
 

Allora come si “professionalizza” un RSPP? Come valorizza la propria esperienza e il proprio ruolo?
 

La Certificazione di Consulente per la Sicurezza sul Lavoro attesta, quindi, che una determinata persona valutata da una terza parte indipendente secondo le norme prestabilite, possegga tutti i requisiti necessari a operare con competenza e professionalità in un questo settore.
 

La realizzazione del mercato unico europeo ha consentito la libera circolazione delle risorse umane, e di conseguenza è emersa la necessità di una garanzia preventiva da offrire ai clienti, per tutelarli da persone non competenti, e ai professionisti, per tutelare il proprio lavoro e la propria formazione.
 

Si rende perciò necessario offrire al mercato un indice della professionalità degli operatori dei vari settori, al fine di renderne oggettivamente verificabili le competenze.
 

Il conseguimento di una certificazione ufficializza il possesso di competenze distintive e favorisce il giusto posizionamento economico.
 

Il mercato è infatti disposto a riconoscere maggiore valore a chi può oggettivamente dimostrare la propria professionalità, la propria formazione e la capacità di eseguire il lavoro in modo completo e sicuro.
 

I vantaggi per il professionista sono molteplici: certificando le proprie competenze da un organismo terzo indipendente, viene garantito un maggiore potenziale professionale in termini di opportunità lavorativa, ma anche un riconoscimento più elevato sul mercato ed un miglioramento della propria carriera professionale.
 

 

Perché scegliere i nostri corsi?

Alteredu è un’azienda Certificata UNI EN ISO 9001:2015 per l’attività di “Progettazione ed Erogazione di Corsi di Formazione Professionale– EA37, che garantisce quindi percorsi di formazione di alta qualità, fortemente qualificanti ed in grado di rispondere alle esigenze dei clienti nel rispetto del Sistema di Gestione per la Qualità.
 

Alteredu è inoltre Ente Provider accreditato da Ente di Parte Terza per il rilascio della Certificazione delle Competenze sul corso e relativi CFP-Crediti Formativi Professionali non formali, nonchè della Certificazione Professionale alla Persona, per l’accrescimento e l’approfondimento delle competenze in vari ambiti professionali.
 

Tutti i corsi di Alteredu sono svolti da docenti altamente qualificati (professionisti di settore, docenti con consolidata esperienza di formazione, docenti universitari).
 

Arricchisci il tuo Curriculum con gli Attestati riconosciuti rilasciati da Alteredu!
 

 

Le testimonianze di chi ha frequentato i nostri corsi online

Per noi di Alteredu la soddisfazione dei nostri clienti è fondamentale, per questo offriamo esclusivamente corsi certificati creati da esperti del settore per fornire competenze e certificazioni in modo da essere altamente competitivi sul mercato del lavoro.
 

Leggi le testimonianze di chi ha già seguito i nostri corsi.

Testimonianze corsi dattilografia online alteredu
testimonianza corso dattilografia online 2
testimonianza corso online alteredu
testimonianza corso online alteredu

Arricchisci il tuo Curriculum con gli Attestati riconosciuti rilasciati da Alteredu e certificati ISO 9001:2015!

banner-loghi-certificazioni-alteredu

FAQ sulla Certificazione per Consulente della Sicurezza sul Lavoro

Qual è lo stipendio di un consulente della sicurezza sul lavoro?

In Italia lo stipendio medio di un consulente della sicurezza sul lavoro è di circa 35.000,00 € all’anno, che equivale dunque a una paga di 17,95 € all’ora. Ovviamente chi ha iniziato a lavorare da poco e ricopre una posizione entry level parte da uno stipendio leggermente inferiore alla media, ovvero di 27.000,00 € all’anno; chi invece ha parecchia esperienza nel settore può superare in un anno il tetto dei 125.000,00 €.

 

Cosa fa il consulente della sicurezza sul lavoro?

Questo professionista effettua consulenze e attività formative nel campo della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro.

 

Cosa vuol dire sicurezza sul lavoro?

Con sicurezza sul lavoro si indicano tutte le norme e procedure che hanno lo scopo di proteggere i lavoratori da infortuni o incidenti durante l’attività lavorativa, e che scongiurano anche il rischio di contrarre una malattia professionale.

 

Come diventare consulente per la sicurezza sul lavoro?

Per ricoprire il ruolo di consulente per la sicurezza sul lavoro non c’è un obbligo di legge che prevede il conseguimento di una laurea, anche se rimane una scelta consigliata.
 

Sicuramente ottenere una Certificazione di Consulente Tecnico sulla Sicurezza sul Lavoro è una buona base su cui costruire il proprio Curriculum Vitae, specialmente se si vuole lavorare in questo settore.