Graduatoria ata 2024: corsi in promozione

Graduatoria e Fasce Personale ATA

Cosa trovi in questo articolo

Se si vuole trovare lavoro come personale ATA bisogna necessariamente conoscere come funzionano le fasce e le graduatorie, che regolano l’assegnazione dei posti nelle scuole statali, ovvero quelle amministrate dal Ministero dell’Istruzione.

 

Il reclutamento del personale amministrativo, tecnico e ausiliario nelle scuole pubbliche avviene infatti tramite delle graduatorie di vario tipo, su base provinciale o di circolo/istituto, che stabiliscono chi verrà chiamata e assunto a tempo determinato o indeterminato, tenendo conto delle persone che hanno fatto domanda per partecipare al bando ATA.

 

In questa guida completa vedremo insieme come funzionano le fasce e graduatorie ATA, illustrando tutte le tipologie esistenti, quali sono i requisiti per essere inseriti e quali sono le principali caratteristiche.

 

Alla fine della guida troverai anche dei consigli utili su come ottenere e aumentare il punteggio ATA, che è un aspetto cruciale da conoscere prima di fare domanda, perché ti permette di posizionarti meglio in una graduatoria e, quindi, di essere chiamato prima per lavorare in una scuola. Inziamo!

 

Lavagna piena di formule matematiche in una classe

Il personale ATA ricopre ruoli tecnici, amministrativi e ausiliari nelle istituzioni scolastiche italiane

 

Cosa Sono le Graduatorie e le Fasce del Personale ATA?

Le fasce ATA sono le categorie in cui sono suddivise le varie graduatorie dedicate al personale amministrativo, tecnico e ausiliario delle scuole. Le graduatorie a loro volto sono elenchi di persone disposte in ordine di punteggio, dal più alto al più basso, in cui sono riportati tutti i candidati che hanno fatto domanda per diventare ATA in uno specifico profilo, e quindi che soddisfano i requisiti per partecipare a un bando: rispettarli è molto importante, altrimenti non sarà possibile entrare in graduatoria.

 

È bene precisare anche che questi requisiti per diventare ATA possono cambiare da bando a bando, quindi è sempre bene informarsi prima di compilare la domanda per essere inseriti in una determinata fascia o graduatoria, per accertarsi di averi i titoli necessari.

 

Le fasce ATA sono tre al momento:

  • la prima fascia raccoglie le Graduatoria ATA Permanenti o Graduatoria ATA 24 mesi, chiamate così perché contengono tutti i candidati che hanno svolto almeno 24 mesi di servizio in una scuola pubblica;
  • la seconda fascia, che però è chiusa e non è più possibile accedervi al momento, ha lo scopo di accoglie le graduatorie ad esaurimento di circolo o istituto per i vari profili ATA, così come previsto dal DM 75 del 2001 e dal DM 35 del 2004;
  • la terza fascia, infine, contiene le graduatorie di tutti i vari profili professionali del personale ATA, dunque può avere accesso chiunque sia in possesso del titolo richiesto per un determinato profilo.

Si ricorda che infine che è previsto un Concorso per Personale ATA di III Fascia nel 2024, a cui dovrà partecipare non solo chi vuole intraprendere questa professione, ma anche chi è già inserito nelle graduatorie ATA di terza fascia per il triennio scolastico precedente: in questo caso presentare la domanda serve per confermare o aggiornare il proprio punteggio in graduatoria.

 

Tieni conto che quasi tutti, anche coloro che hanno già iniziato a lavorare, vogliono comunque aumentare il proprio punteggio ATA, per consolidare la propria posizione o avere maggiori opportunità lavorative, dunque seguire corsi e acquisire titoli è fondamentale per chi vuole partecipare per la prima volta al prossimo bando ATA.

 

Adesso che abbiamo chiarito cosa sono le fasce e le graduatorie ATA le vedremo una per una in dettaglio, iniziando con il parlare dalla I fascia, detta anche fascia ATA 24 mesi.

 

La Prima Fascia del Personale ATA: Cos’è, Requisiti e Chi Ne Fa Parte

Cos’è la prima fascia ATA? Quali sono i profili ATA interessati?

Nella prima fascia del personale ATA sono inseriti i candidati che rientrano nella Graduatorie Provinciali Permanenti, si tratta quindi nello specifico del personale ATA con almeno 24 mesi di servizio, come previsto dall’articolo 554 del Decreto Legislativo n. 297/1994.

 

Nello specifico per accedere alla prima I del personale ATA è necessario prendere parte al concorso ATA 24 mesi, che consiste ina una selezione pubblica per soli titoli, che permette di entrare in graduatoria o di aggiornare la propria posizione per quelli che sono i ruoli provinciali nei profili dell’area A e B del personale ATA, ovvero:

  • collaboratore dei servizi scolastici (area A-S);
  • collaboratore dei servizi agrari (area A-S);
  • collaboratore scolastico (area A);
  • assistente amministrativo (area B);
  • assistente tecnico (area B);
  • cuoco (area B);
  • infermiere (area B);
  • guardarobiere (area B).

Non sono previste, quindi, prove d’esame per il Concorso ATA 24 Mesi, ma è richiesta solo la presentazione dei propri titoli, purché siano riconosciuti dal Miur e compatibili con i requisiti richiesti dal bando.

 

Questo aspetto è molto importante: presentarsi con un buon punteggio permette di avere un posizionamento migliore in graduatoria ATA e di conseguenza maggiori possibilità lavorative. Per raggiungere questo risultato può essere molto utile frequentare dei corsi di formazione per ATA, per ottenere dei punti extra.

   

Il Concorso ATA 24 Mesi e l’Aggiornamento delle Graduatorie di I Fascia: Come Funziona?

L’aggiornamento delle graduatorie permanenti ATA di prima fascia avviene ogni anno, tramite il concorso per personale ATA con almeno 24 mesi di servizio, i cui bandi sono pubblicati da ciascun Ufficio Scolastico Regionale (USR) per aggiornarne i vari elenchi provinciali.

 

Al termine del concorso si formeranno le nuove graduatorie ATA 24 mesi, che saranno valide per l’interno anno scolastico e sostituiranno le precedenti, quindi vuol dire che se un candidato, per esempio, ha inoltrato la domanda di accesso in graduatoria di I fascia nel 2023, allora in caso di esito positivo verrà chiamato a lavorare durante l’a.s. 2023/2024.

 

Generalmente le domande per l’accesso in graduatoria ATA vanno presentate online tramite la piattaforma POLIS – Istanze Online del Ministero dell’Istruzione, che va utilizzata anche per nviare l’allegato G ATA 24 mesi, che serve per la scelta delle sedi.

 

Le date apertura e chiusura del periodo di presentazione delle domande sono uguali in tutta Italia, dunque tutte le regioni hanno le stesse scadenze.

 

Per quanto riguarda invece le date di uscita dei vari bandi per il concorso ATA 24 mesi, il periodo da considerare solitamente è fine aprile per quasi tutte le regione: fanno eccezione la Valle d’Aosta e le province autonome di Trento e Bolzano (Trentino Alto Adige), che procedono in autonomia a bandire le procedure concorsuali.

 

Come Funziona l’Accesso in I Fascia ATA e gli Scopi delle Graduatorie

Dopo aver partecipato al Concorso per il Personale ATA con 24 mesi di servizio, in caso di esito positivo il candidato può entrare in graduatoria ATA di I fascia.

 

Se invece un candidato fa già parte di una graduatoria 24 mesi, allora partecipando al concorso può aggiornare il proprio punteggio, oppure i titoli di preferenza e/o di riserva, per concorrere all’assegnazione dei posti per i ruoli provinciali relativi ai profili professionali dell’area A e B del personale ATA.

 

Una volta dentro una graduatorie ATA di I fascia si è a disposizione delle scuole, che possono decidere di:

  • assegnare a un candidato un incarico di supplenza annuale, ovvero la possibilità di essere assunto a tempo determinato solo per un anno scolastico;
  • chiamare un candidato ATA per entrare di ruolo, dunque per offrire una posto di lavoro a tempo indeterminato.

Le graduatorie di I fascia, come detto in precedenza, sono aggiornate di anno in anno, dunque i concorsi per Personale ATA 24 mesi del 2023 serviranno per creare le nuove graduatorie provinciali permanenti per l’anno scolastico 2023/2024.

 

Requisiti per Accedere alla I Fascia del Personale ATA

Per accedere alla prima fascia personale ATA è necessario fare domanda per il concorso personale ATA 24 mesi, per accedere al quale è necessario rispettare una serie di requisiti.

 

Il primo e più importante è quello di aver maturato 24 mesi di servizi, motivo per il quale le graduatorie permanenti provinciali sono note anche come graduatorie ATA 24 mesi.

 

Questo periodo mimino di servizio può anche essere non continuativo, così come stabilito dall’art. 554 del DL n. 297/1994 e dell’OM 23.02.2009, n. 21.

 

Oltre ad aver svolto 24 mesi di servizio è richiesto di soddisfare altri requisiti generali:

  • essere è in servizio come personale ATA a tempo determinato in una scuola statale, nella stessa provincia e per lo stesso ruolo per cui si fa domanda;
  • essere già inserito nella graduatoria provinciale ad esaurimento o in quella per le supplenze, sempre nella stessa provincia e per lo stesso ruolo per cui si vuol fare domanda;
  • essere è già presente in graduatoria di circolo o istituto di III fascia per l’assegnazione delle supplenze, sempre nella stessa provincia e per lo stesso ruolo che si ricopre già;
  • essere in possesso dei titoli richiesti per il profilo professionale di proprio interesse.

Ricorda che per aggiornare il tuo punteggio ATA, oppure i titoli di preferenza e/o di riserva che possiedi, devi essere nella graduatoria permanente della stessa provincia e dello stesso profilo professionale per cui hai intenzione di concorrere.

   

Aula tenuta pulita e in ordine dal Personale ATA di III Fascia  assunto temporaneamente in questa scuola

Per accedere alla prima fascia personale ATA è necessario aver maturato 24 mesi di servizio in una scuola pubblica

 

La Seconda Fascia del Personale ATA: Cos’è? A Cosa Serve?

Cos’è la II Fascia ATA e Quali Profili Interessa

La seconda fascia del personale ATA è stata introdotta con i DM n.75 del 19/04/2001 e n-35 del 24/03/2004. Da quel momento sono state create delle liste provinciali ad esaurimento per i profili professionali di assistente tecnico, amministrativo, cuoco, infermiere e guardarobiere.

 

Queste elenchi servono anche per l’inserimento e l’aggiornamento delle graduatorie provinciali ad esaurimento di collaboratore scolastico (ex bidello), oltre che per quelle dedicate per gli addetti alle aziende agrarie.

 

Attualmente la II fascia ATA è chiusa a nuovi inserimenti e non viene più aggiornata, nonostante ciò le graduatorie a esaurimento sono tuttora utilizzate per le supplenze, nel caso in cui fossero già terminati i candidati disponibili nelle graduatorie di I fascia.

 

Requisiti di Accesso alla II Fascia del Personale ATA

Al momento non esistono più dei requisiti validi per accedere alla seconda fascia del personale ATA. Trattandosi di una graduatoria ad esaurimento, quindi ormai definitivamente chiusa, non sono più previsti nuovi ingressi e i requisiti individuati in precedenza non servono più a nulla.

 

Una volta, quando le graduatorie di II fascia ATA erano aperte, vi si poteva accedere con 30 giorni di servizio nel profilo professionale di proprio interesse, anche non continuativi.

 

La Terza Fascia del Personale ATA: A Cosa Serve? Come Funziona?

Cos’è la III Fascia ATA e le Figure Professionali Che Include

La terza fascia del personale ATA raggruppa delle graduatorie utilizzate per la selezione di supplenti: in genere sono consultate dalle scuole per la ricerca di candidati idonei, per coprire posti di lavoro rimasti vacanti. In questo caso le assunzioni sono tutte effettuate tramite contratti a tempo determinato.

 

Si tratta sicuramente di una tappa fondamentale per chi vuole diventare ATA, perché attraverso le supplenze di III Fascia è possibile maturare 24 mesi di servizio, che sono necessari per accedere in I Fascia, che è l’unica nella quale si può essere chiamati da una scuola per essere assunti a tempo indeterminato.

 

Per quanto riguarda invece il tipo di figure professionali delle III fascia ATA, si tratta nello specifico di profili appartenenti alle aree A, A-S e B, ovvero:

  • collaboratore scolastico (area A);
  • collaboratore dei servizi scolastici (area A-S);
  • collaboratore dei servizi agrari (area A-S);
  • assistente amministrativo (area B);
  • assistente tecnico (area B);
  • cuoco (area B);
  • infermiere (area B);
  • guardarobiere (area B).
 

Per entrare in III fascia può presentare domanda anche chi non ha mai lavorato nella scuola, inoltre in questo tipo di graduatorie il servizio non dà punteggio utile, a differenze delle graduatorie ATA 24 mesi.

 

Aula tenuta in ordine da collaboratore scolastico assunto tramite Graduatoria ATA di III fascia

Dal 2024 per accedere in terza fascia sarà obbligatorio il possesso della Certificazione Internazionale di Alfabetizzazione Digitale

 

Requisiti per Accedere alla Terza Fascia ATA: i Vari Tipi

Per partecipare al prossimo bando ATA di III fascia, che è previsto nel 2024, bisogna soddisfare i requisiti generali di accesso al pubblico impiego, oltre che quelli legati del titolo di studio richiesto per il profilo professionale specifico per cui si concorre.

 

Prima di vedere in dettaglio le varie tipologie di requisiti, è importante tenere a mente che per accedere alla terza fascia ATA non serve aver già prestato servizio in una scuola, poiché l’anzianità di servizio non è un criterio preso in considerazione nel bando ATA di terza fascia.

 

I Requisiti Generali per Essere Assunti nella PA (Pubblica Amministrazione)

I requisiti generali da soddisfare per essere assunti nel settore pubblico e partecipare al concorso ATA di III fascia sono:

  • il possesso della cittadinanza Italiana o straniera;
  • un’età compresa tra i 18 e i 67 anni;
  • il godimento dei diritti civili e politici;
  • essere in regola con gli obblighi di leva, per tutti i candidati nati prima del 1985;
  • non rientrare nei criteri che impediscono l’accesso all’impiego nella PA, come ad esempio non avere condanne penali.
 

Titoli di Studio per Accedere in III Fascia ATA

Per l’accesso in terza fascia il possesso della licenza media non è sufficiente, anche se ci sono delle eccezioni previste dallo scorso bando, che vedremo meglio in seguito.

 

Per entrare a far parte del personale ATA di III fascia bisogna possedere dei titoli di studio specifici per ogni profilo professionale, che adesso andremo a vedere insieme:

  • per diventare collaboratore scolastico (ex bidello) è richiesto almeno il possesso di:
    • un diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale,
    • un diploma di maestro d’arte,
    • un diploma di scuola magistrale per l’infanzia,
    • un qualsiasi diploma di maturità,
    • degli attestati o diplomi di qualifica professionale, che siano durata triennale e rilasciati o riconosciuti dalle Regioni;
  • per diventare collaboratore scolastico per addetti all’azienda agraria è necessario un diploma di qualifica professionale di operatore agro-industriale, operatore agro-ambientale od operatore agrituristico;
  • per diventare assistente amministrativo serve almeno il diploma di scuola secondaria di secondo grado (diploma di maturità );
  • per diventare assistente tecnico è necessario il possesso di un diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale (in genere viene specificato nella tabella allegata al bando);
  • per diventare cuoco serve almeno un diploma di qualifica professionale di operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina;
  • per diventare infermiere serve assolutamente una laurea in scienze infermieristiche, oppure un altro titolo equiparabile e ritenuto valido dalla normativa vigente per esercitare la professione di infermiere;
  • per diventare guardarobiere è necessario il diploma di qualifica professionale di operatore della moda.

I titoli di studio dei cittadini stranieri, che sono stati conseguiti all’esterno, sono da ritenersi validi per l’accesso in terza fascia solo se sono stati dichiarati equipollenti o equivalenti dal Ministero dell’Istruzione.

 

Restano sempre validi invece i titoli di chi è stato già inserito in graduatorie di circolo e istituto di terza fascia, inerenti il triennio scolastico precedente, purché si tratti di quelli con cui si è stato ottenuto l’inserimento nelle suddette graduatorie.

 

Altri Requisiti Validi per Accedere in III Fascia del Personale ATA

Chi possiede uno o più dei seguenti requisiti alternativi ha diritto a fare domanda per accedere alla terza fascia:

  • essere già iscritto nelle graduatorie provinciali permanenti, le cosiddette graduatorie 24 mesi;
  • essere già iscritto nelle graduatorie provinciali ad esaurimento per collaboratori scolastici, assistenti amministrativi, assistenti tecnici, cuochi, infermieri, guardarobieri e addetti alle aziende agrarie;
  • essere già iscritto nelle graduatorie d’istituto del precedente triennio;
  • aver effettuato almeno 30 giorni di servizio (anche non continuativi) ricoprendo il ruolo per cui si concorre.

Adesso che conosci tutti i requisiti per entrare in III fascia, tieni a mente che ottenere nuovi titoli o certificazioni riconosciute dal Miur è fondamentale non solo per l’accesso, ma anche per raggiungere un posizionamento ottimale in graduatoria, in modo da essere chiamati il prima possibile e avere più opportunità lavorative.

 

Perché la Certificazione Internazionale di Alfabetizzazione Digitale è Fondamentale

Dal prossimo bando ATA 2024 per la terza fascia per accedere sarà necessario un ulteriore titolo: la certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale. Questa novità riguarda in particolare tutti coloro che vogliono fare domanda per la prima volta, mentre pare non interessi il personale ATA delle altre fasce.

 

A partire dal 2024 dunque chi vorrà entrare in una graduatoria ATA di III fascia dovrà avere almeno un titolo adeguato al profilo per cui si concorre, a cui si aggiunte obbligatoriamente il possesso della certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

 

Chi invece è già stato incluso in III fascia, ma non ha mai effettuato un giorno di servizio e non ha questa certificazione, ma solo il titolo di studio di accesso, allora decadrà automaticamente.

 

Discorso diverso per chi è già inserito, ma ha fatto almeno un giorno di supplenza, perché solo in questo caso sarà possibile avere un anno di tempo per ottenere la certificazione informatica mancante.

   

Consigli per aumentare il punteggio nella graduatoria del Personale ATA

Trattandosi di una graduatoria, così come lo è per tutte e tre le fasce, è possibile provare ad aumentare il proprio punteggio.

 

Per molti lavorare nel mondo della scuola è una vera e propria ambizione e, in quanto tale, andrebbe coltivata. Per questo motivo, ecco qualche suggerimento per aumentare il punteggio in graduatoria del personale ATA.

 

Il primo consiglio è quello di seguire dei corsi che diano punteggio. Attenzione a scegliere un ente formatore riconosciuto e in grado di accreditare i punti promessi.

 

Per questo consigliamo di scoprire i corsi Alteredu in promozione per il personale ATA. Si tratta di corsi online pensati per chi ha bisogno di accumulare punteggio per migliorare la propria posizione e desidera accrescere le proprie competenze.

   

Quando si lavora nel mondo della scuola si dovrebbe essere sempre in costante aggiornamento e con questi corsi è più semplice che mai.

 

Come Aumentare il Punteggio in Graduatoria ATA

Se vuoi sapere come aumentare punteggio ATA, in previsione di migliorare il tuo posizionamento il graduatoria o di fare domanda per il prossimo bando ATA, allora sei nel posto giusto. Per aumentare il tuo punteggio Alteredu offre diversi corsi di formazione per ATA, che ti permettono di ottenere dei titoli o certificazioni validi e riconosciuti al Ministero dell’Istruzione.

 

Partiamo però dalle basi, definendo quali sono i titoli, le qualifiche e le certificazioni principali per aumentare il punteggio in graduatoria ATA, secondo gli ultimi bandi ATA:

Ottenendo uno o più di questi titoli sarà possibile aumentare il tuo punteggio ATA, in modo da salire in graduatoria e raggiungere una posizione che favorisca la probabilità di essere convocati, riducendo anche di conseguenza i tempi di attesa.

 

Nel prossimo paragrafo andremo a vedere nel dettaglio i corsi online per il personale ATA più utili per il tuo ruolo ruolo, che ti aiuteranno ad aumentare il tuo punteggio in graduatoria.

 

La Certificazione Internazionale di Alfabetizzazione Digitale

Il nuovo CCNL del Comparto Istruzione e Ricerca prevede che per inserirsi in Graduatoria ATA III fascia nel 2024 sia necessario aver conseguito la Certificazione Internazionale di Alfabetizzazione Digitale.

 

Per dare la possibilità a chiunque di accedere in Graduatoria ATA, Alteredu mette a disposizione le Certificazioni EIPASS, titoli validi e riconosciuti come Certificazione Internazionale di Alfabetizzazione Digitale, dunque perfetti per chi vuole apprendere nozioni in ambito ICT e prepararsi a diventare ATA con il bando del 2024.

 

Le Certificazioni di informatica EIPASS in questione sono le seguenti:

  • EIPASS 7 Moduli,
  • EIPASS Basic,
  • EIPASS Progressive,
  • EIPASS IT Security.
 

Queste certificazioni informatiche costituiscono un titolo valido per il punteggio nell’ambito scolastico, universitario e concorsuale, secondo quanto stabilito dall’Ente formativo o da quello che pubblica il bando.

 

Se scegli di acquistare questa certificazione di alfabetizzazione digitale per ATA, potrai svolgere il percorso di formazione a distanza in completa autonomia da casa o in ufficio, a qualunque ora, con dispense, videolezioni e simulazioni d’esame, anche il test finale sarà online e puoi sostenerlo da casa oppure da dove preferisci in piena autonomia.

   

Il Corso Online di OSA (Operatore Socio-Assistenziale) Riconosciuto dal Miur

Chiunque desideri aumentare il proprio punteggio può frequentare il corso OSA online riconosciuto dal MIUR proposto da Alteredu, che rilascia 1 Punto per Personale ATA.

 

Questo corso è accessibile per chiunque abbia un diploma di scuola secondaria. È prevista una durata di 300 ore da frequentare interamente online, che sono suddivise in diverse modalità:

  • FAD (Formazione A Distanza) in modalità autonoma, composta da 84 ore di consultazione materiale didattico in piattaforma e svolgimento di test ed esercitazioni, per un massimo di 6 ore giornaliere;
  • DAD (Didattica A Distanza), composta da 126 ore in modalità sincrona, dove è necessario collegarsi in un’aula virtuale tramite Google Meet e seguire una videolezione di 5 ore giornaliere con il docente;
  • Laboratorio in DAD (Didattica A Distanza) composta da 90 ore in modalità sincrona, dove bisogna collegarsi in un’aula virtuale tramite Google Meet e seguire una videolezione di 6 ore giornaliere con il nostro docente;
  • L’Esame finale è previsto in presenza, da sostenere in Regione Campania nella data che la Regione stessa stabilirà e che comunicherà ai corsisti per mezzo dell’Ente Gestore. Tuttavia, come da Circolare diramata dalla Regione Campania in data 30 settembre 2022, l’esame finale può essere sostenuto online soltanto previa richiesta da parte del corsista e la medesima sia accettata, a suo insindacabile giudizio, dalla Regione medesima.

La decisione di poter sostenere l’esame finale in modalità online è di esclusiva competenza della Regione Campania, per cui i corsisti dovranno comunicare all’Ente Gestore del corso la richiesta di voler sostenere l’esame in modalità online, cosicché l’Ente possa provvedere a farne richiesta sempre alla Regione Campania, la quale deciderà in merito.

   

Il Corso Online di Coordinatore Amministrativo Riconosciuto dal Miur

Anche il corso Coordinatore Amministrativo online riconosciuto dal MIUR rilascia 1 Punto per Personale ATA, stando agli ultimi bandi.

 

Anche per questo è prevista una durata di 300 ore, da frequentare interamente online e che sono suddivise in diverse modalità:

  • FAD (Formazione A Distanza) in modalità autonoma, composta da 84 ore di consultazione materiale didattico in piattaforma e svolgimento di test ed esercitazioni, per un massimo di 6 ore giornaliere;
  • DAD (Didattica A Distanza), composta da 126 ore in modalità sincrona, dove è necessario collegarsi in un’aula virtuale tramite Google Meet e seguire una videolezione di 5 ore giornaliere con il docente;
  • Laboratorio in DAD (Didattica A Distanza) composta da 90 ore in modalità sincrona, dove bisogna collegarsi in un’aula virtuale tramite Google Meet e seguire una videolezione di 6 ore giornaliere con il nostro docente;
  • L’Esame finale è previsto in presenza, da sostenere in Regione Campania nella data che la Regione stessa stabilirà e che comunicherà ai corsisti per mezzo dell’Ente Gestore. Tuttavia, come da Circolare diramata dalla Regione Campania in data 30 settembre 2022, l’esame finale può essere sostenuto online soltanto previa richiesta da parte del corsista e la medesima sia accettata, a suo insindacabile giudizio, dalla Regione medesima.

Anche in questo caso è importante fare richiesta per tempo all’ente gestore del corso se si vuole sostenere l’esame finale online, perché quest’ultimo dovrà trasmettere la suddetta richiesta alla Regione Campania, che dovrà decidere se accogliere o meno la richiesta dello studente.

   

Le Certificazioni Informatiche Consigliate e i Corsi per Aumentare il Punteggio ATA

Le certificazioni informatiche aiutano ad aumentare il punteggio personale ATA nella maniera più immediata, dal momento che trattandosi di corsi online è più semplice e comodo seguirli per ottenere dei punti.

 

In particolare i corsi consigliati per aumentare il punteggio ATA sono:

  1. Certificazione informatica EIPASS ATA;
  2. Certificazione informatica EIPASS 7 Moduli User;
  3. Certificazione informatica EIPASS Progressive;
  4. Certificazione informatica EIPASS Teacher;
  5. Certificazione informatica EIPASS Coding;
  6. Certificazione informatica EIPASS Social Media Manager;
  7. Certificazione informatica EIPASS IT Security;

Tutti questi corsi sono utilissimi per acquisire più punti in graduatoria ATA, a seconda della figura professionale che si ricopre già o che si vorrà ricoprire.

 

In particolare ecco quanti sono punti sono previsti per ogni singolo corso:

 
CorsoPunteggio
Certificazione informatica EIPASS 7 Moduli UserMAX 0,60 PUNTI PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO PERSONALE ATA DI TERZA FASCIA
1 PUNTO PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE PERMANENTI PROV.ATA PROFILO ASSISTENTE AMMINISTRATIVO
Certificazione informatica EIPASS ProgressiveMAX 0,60 PUNTI PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO PERSONALE ATA DI TERZA FASCIA
1 PUNTO PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE PERMANENTI PROV. ATA PROFILO ASSISTENTE AMMINISTRATIVO
Certificazione informatica EIPASS TeacherMAX 0,60 PUNTI PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO PERSONALE ATA DI TERZA FASCIA
1 PUNTO PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE PERMANENTI PROV.ATA PROFILO ASSISTENTE AMMINISTRATIVO
Certificazione informatica EIPASS CodingMAX 0,60 PUNTI PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO PERSONALE ATA DI TERZA FASCIA
1 PUNTO PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE PERMANENTI PROV.ATA PROFILO ASSISTENTE AMMINISTRATIVO
Certificazione informatica EIPASS IT SecurityMAX 0,60 PUNTI PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO PERSONALE ATA DI TERZA FASCIA
1 PUNTO PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE PERMANENTI PROV.ATA PROFILO ASSISTENTE AMMINISTRATIVO
Certificazione informatica EIPASS ATAMAX 0,60 PUNTI PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO PERSONALE ATA DI TERZA FASCIA
1 PUNTO PER L’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE PERMANENTI PROV.ATA PROFILO ASSISTENTE AMMINISTRATIVO
Certificazione informatica EIPASS Social Media ManagerL’attestato di frequenza al corso è valido per la formazione obbligatoria (DIR. 170/2016) per il personale scolastico.
L’attestato di certificazione è regolarmente inserito in tutti i concorsi e le selezioni pubbliche e private per cui si prevede attribuzione di punteggio a titoli informatici.
Tabella di valutazione dei titoli per aumentare il punteggio in graduatoria ATA tramite certificazioni informatiche.
 

A seconda del tipo di figura, i corsi per aumentare punteggio ATA sono diversi e ti permettono non solo di acquisire punteggio personale ATA, ma soprattutto di formarti con delle competenze indispensabili per lavorare al giorno d’oggi.

 

I corsi di formazione per ATA promossi da Alteredu ti permettono conoscere meglio le nuove tecnologie, che riguardano il web e tutto il mondo online e dei social, oltre che degli applicativi usati suoi luoghi di lavoro o in ufficio.

 

L’offerta è molto varia infatti puoi scegliere se avere una formazione generale ma completa con la Certificazione Informatica EIPASS 7 Moduli User, oppure una formazione più specifica sul Web o Social Media Manager, altrimenti c’è la certificazione informatica fatta apposta per la figura del personale ATA: l’EIPASS ATA.

   

Il Corso di Dattilografia Online ATA Riconosciuto dal Miur

L’attestazione per dattilografi permette di imparare a scrivere facilmente al computer, con tutte e 5 le dita di entrambe le mani. L’attestazione fa parte dei corsi per punteggio personale ATA e permette di ricevere 1 punto in graduatoria per la figura di Assistente Amministrativo.

 

Tra i corsi per personale ATA è sicuramente quella che fornisce più punteggio ATA rispetto agli altri. Ma quanto costa un corso di dattilografia così importante? Online sono diversi gli enti che propongono il corso a prezzi che a volte superano anche i 400 euro.

 

Il Corso Online di Dattilografia di Alteredu, riconosciuto dal Miur, invece ha un costo di soli 68€!

   

L’Offerta di Alteredu per Aumentare il Punteggio in Graduatoria ATA

Oltre a quelli sopraindicati Alteredu, ente formatore valido e riconosciuto dal MIUR, ne propone molti altri di corsi online per aumentare il punteggio in graduatoria ATA.

 

Avere la possibilità di seguire dei corsi a distanza, da casa o da dove si vuole, ha una serie di vantaggi non da poco: innanzitutto si può decidere di seguire quando è più comodo, inoltre è possibile frequentare un corso online anche da casa propria o da qualsiasi altro luogo, purché sia abbia una buona connessione a internet, per conciliare la formazione con il proprio lavoro o i propri impegni quotidiani.

 

I vantaggi però non finiscono qui: tutti i corsi online per il personale ATA promossi da Alteredu sono riconosciuti dal Miur, in modo da darti la sicurezza di accumulare i punti necessari per migliorare la tua posizione in graduatoria.

   

FAQ su Fasce e Graduatorie ATA

Qual è la differenza tra personale ATA e docenti?

Il personale ATA è un termine che si riferisce agli impiegati amministrativi, tecnici e ausiliari che lavorano nelle scuole italiane, i docenti invece sono gli insegnanti che si occupano della didattica.

Quali sono le fasce del personale ATA?

Esistono tre fasce del personale ATA:

  • I fascia, che comprende i dipendenti con almeno 24 mesi di anzianità di servizio, a cui possono essere proposti sia contratti a tempo indeterminato che determinato;
  • II fascia, che attualmente è chiusa e viene utilizzata per individuare le supplenze;
  • III fascia, che comprende chi ha appena iniziato a lavorare come Personale ATA, oppure chi non ha alcuna esperienza ed è in cerca delle prime supplenze.

Che cos'è il personale ATA?

Il personale ATA è un termine che si riferisce agli impiegati amministrativi, tecnici e ausiliari che lavorano nelle scuole pubbliche italiane, il cui compito è quello di supportare gli insegnanti e gli studenti in tutte le attività non didattiche, come la gestione degli uffici scolastici, la manutenzione degli edifici scolastici e l’assistenza agli studenti.

Quali sono i requisiti per accedere alla prima fascia personale ATA?

Per accedere alla prima fascia personale ATA è necessario fare domanda per il concorso personale ATA 24 mesi, per accedere al quale è necessario rispettare una serie di requisiti:

  • aver maturato 24 mesi di servizio;
  • essere in servizio come personale ATA a tempo determinato in una scuola statale, nella stessa provincia e per lo stesso ruolo per cui si fa domanda;
  • essere già inserito nella graduatoria provinciale ad esaurimento o in quella per le supplenze, sempre nella stessa provincia e per lo stesso ruolo per cui si vuol fare domanda;
  • essere già presente in graduatoria di circolo o istituto di III fascia per l’assegnazione delle supplenze, sempre nella stessa provincia e per lo stesso ruolo che si ricopre già;
  • essere in possesso dei titoli richiesti per il profilo professionale di proprio interesse.

Quali sono i vantaggi di lavorare come personale ATA?

Lavorare come personale ATA offre diversi vantaggi, tra cui:

  • un lavoro sicuro e a tempo indeterminato;
  • un buono stipendio;
  • una serie di benefici, come ferie, permessi e contributi previdenziali;
  • la possibilità di lavorare nelle scuole, un ambiente stimolante e gratificante.

Se stai cercando un lavoro sicuro, gratificante e con buone prospettive di crescita, diventare personale ATA può essere una buona scelta per te.

Quali sono le figure professionali che rientrano nella terza fascia ATA?

Le figure professionali che rientrano nella terza fascia ATA sono:

  • Collaboratore scolastico,
  • Collaboratore dei servizi scolastici,
  • Collaboratore dei servizi agrari,
  • Assistente amministrativo,
  • Assistente tecnico,
  • Cuoco,
  • Infermiere,
  • Guardarobiere.

A cosa serve la terza fascia ATA?

La terza fascia ATA serve a selezionare i supplenti per le scuole statali. Le assunzioni sono tutte effettuate tramite contratti a tempo determinato.

   


Quale Certificazione Stai Cercando?

SCARICA IL DOSSIER DI ALTEREDU
SULLA SICUREZZA ANTINCENDIO

Non perdere gli ultimi aggiornamenti alla normativa in materia di sicurezza antincendio. Scarica il dossier compilando il modulo qui in basso:

SCARICA IL PAPER DI ALTEREDU SULLE NOVITA’ IN MATERIA DI SICUREZZA!

Non perdere gli ultimi aggiornamenti in materia sicurezza nei luoghi di lavoro. Per farlo, ti basta compilare il modulo qui in basso